Gnocchi di patate fatti in casa (senza uova)

Gnocchi di patate fatti in casa

Ingredienti per circa 900 g/1 kg di gnocchi:

600 g circa di patate (3 patate di dimensioni medie)

200 g di farina 00 (circa 140 g per l’impasto e 60 g per lavorarlo)

Sale

Procedimento:

  • Lavate le patate, immergetele in una pentola d’acqua fredda. Portate a bollore e lasciate cuocere 30-40 minuti. Spegnete la fiamma, scolate le patate e lasciatele intiepidire. Sbucciatele, se non usate lo schiacciapatate.
  • Schiacciate le patate, salatele (quantità a piacere, ma ricordate che le patate già cotte hanno bisogno di più sale per assorbirlo). Unite poco alla volta la farina, lavorando rapidamente l’impasto. Incorporate farina, fino ad ottenere un impasto compatto (ma morbido). Io ho separato il composto in due, per lavorarlo meglio.
  • Tagliate dei pezzi, lavorateli sulla farina, formando dei cordoni. Tagliate gli gnocchi (potete dare la forma che volete, anche rigarli con una forchetta o con l’apposito attrezzo). Io li ho poi lavorati singolarmente per dare la forma di chicche di patate. trasferite su una teglia o vassoio infarinato.
  • Portate quasi a bollore una pentola d’acqua, salatela. Immergete delicatamente gli gnocchi (cuocetene ¼ alla volta), appena salgono a galla (ci vorranno circa 3 minuti), scolateli con un ragno da cucina e trasferiteli in una bowl, o direttamente nel sugo per condirli. Procedete con la cottura di tutti gli gnocchi.

Consigli per come conservarli:

  • Gli gnocchi possono essere conservati per 2 giorni in frigo, o congelati e consumati entro qualche mese. Il modo migliore per conservarli è, una volta scolati, bloccare la cottura in acqua fredda. Trasferiteli poi in una bowl. Versate dell’olio di semi e ungeteli per non farli attaccare.
  • Potete scegliere di coprire il contenitore e trasferirlo in frigorifero, se volete consumare gli gnocchi entro due giorni.
  • Se invece volete congelarli, trasferiteli su un vassoio (se non è antiaderente, disponete sopra della carta forno), copriteli con della pellicola e trasferiteli in freezer. Questo passaggio servirà a non farli attaccare l’uno con l’altro in un unico gnocco. Trascorsa qualche ora, prendete il vassoio, staccate gli gnocchi ormai congelati e porzionateli all’interno dei sacchetti per congelare. Metteteli in freezer.

8 risposte a “Gnocchi di patate fatti in casa (senza uova)”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: